Love Lory

School Book

Life, ScrapbookingLoredana BucariaComment

Buongiorno e buon inizio settimana!

Oggi scuole chiuse per allerta meteo.. piove a dirotto ma non come immaginavo… a questo punto o le previsioni meteo non ci hanno azzeccato o il peggio deve ancora arrivare!

Pupetto a casa con la mamma, lucine calde stile autunnale accese, candela alla cannella e io cerco di lavorare al pc e oggi mi toccheranno altre 50 pagine da studiare! Eh sì ho ripreso anche a studiare e stavolta il percorso avrà la sua degna conclusione!

Oggi vi mostro uno dei miei ultimi lavori, ho cominciato un nuovo album, un album che raccoglierà tutti i bei momenti di Andrea a scuola, fra il nido e la scuola materna. Un album di Simple Stories che presi un pò di tempo fa su Scrapbookstore.eu lo adoro, a strisce bianche e nere all’esterno e a pois internamente! Formato 6x8 americano. Per raccontare queste storie ho usato i bellissimi digitali Yearbook, School Years, Back to school e Class in session di Paislee Press che trovate nello shop The Lilypad. Il formato originale dei templates fotografici è 8.5x11 inches ma io l’ho convertito in 6x8 in per adeguarli all’album che avevo intenzione di usare! Chi l’avrebbe mai detto che avrei fatto anche io un album sulla “scuola”… fino a poco tempo fa non prendevo proprio in considerazione materiali inerenti questo tema… la vita è ricca di sorprese non trovate?

Vi mostro in dettaglio le prime pagine che andranno a far parte di questo album :)

La prima pagina, quella che dà inizio all’album è stampata su vellum, un vellum americano bellissimo un pò più doppio di quello che riesco a trovare in cartoleria, la cosiddetta carta mozzarella, o almeno quella che trovo io è molto morbida. Seconda Pagina una pagina “titolo” ho pensato di dividere le storie e le foto dell’asilo nido dalle storie e dalle foto che seguiranno per la materna. Infine le pagine con foto e racconti, ho immortalato il primissimo giorno di scuola di Andrea che ha iniziato il 29 agosto 2016, una data che ricorderò per sempre, a soli 18 mesi. Non avrei mai immaginato di vivere un’esperienza così forte, lasciare un pezzo di te senza di te è indescrivibile. Il nido ci ha insegnato a crescere, a crescere come mamma, a crescere come bimbo, a crescere come papà, dal parlare al relazionarsi agli altri bimbi, a creare un equilibrio senza papà e mamma. Due anni magici, piene di avventure indimenticabili, pieni anche di enorme stress e stanchezza, la gestione dei capricci, la conquista del pannolino… Andrea è stato bravissimo, la conquista del ciuccio… qui i Super pigiamini sono stati fondamentali! Romeo ha preso in consegna i ciucci e ha regalato ad Andrea una lettera ed un peluche, il peluche di Chase a cui lui è molto affezionato. Riguardo queste foto e wow! Come è cresciuto! Troppo velocemente direi! Io gli dico “Andre mi raccomando cresci piano piano!” e lui mi risponde “ ok mamma. Tu sarai sempre la mia fidanzata anche quando sarò “gande”” … come faccio a non amarlo alla follia questo dolcetto di bimbo qui!

Vi racconto qui il primo giorno di scuola.. ricordo ancora l’emozione mista ad ansia, paura, un pò di dubbi, di sensi di colpa… non veri e propri ma lasciare un bimbo coì piccino in un posto che non conosce con persone che non conosce mi ha inizialmente spaventato… poi subito ho capito che avevamo fatto la scelta giusta per lui e per noi!

Ecco il journaling, magari molte di voi hanno vissuto o stanno vivendo la stessa esperienza;)

29 AGOSTO 2016

Avevi solo 18 mesi quando hai iniziato ad andare al nido. Ho avuto mille dubbi prima di cominciare. Un’esperienza che ha segnato te e noi, te e me che nell’affrontare il tuo percorso di crescita abbiamo avuto la fortuna di vivere magnifiche esperienze. Ho fatto anche io il nido alla veneranda età di 37 anni. E’ un’esperienza che non riguarda solo i bimbi ma anche i genitori. Non avrei mai immaginato che mi avrebbe preso così tanto, che mi avrebbe emozionato così tanto! Il primo giorno ti ricordo con questa tutina azzurra che ho sempre adorato, vagavi a piedi scalzi in questo mondo da fiaba, cuscini colorati, giochi, una casetta in legno con finestre e portici, un’enorme cucina, libri, colori, la farina! Tu, il tuo ciuccio e la tua copertina, fedelissima compagna di viaggio ancora oggi a distanza di due anni. Riguardo queste foto e mi dico “wow come passa in fretta il tempo e come sei cresciuto bimbo mio!” Hai pian piano iniziato a familiarizzare con l’ambiente, con i bimbi, con le educatrici e da subito una in particolare è entrata nel tuo cuore! Ricordo ancora quando in uno dei primi giorni l’hai presa per mano e nonostante non parlassi le hai fatto capire che volevi giocasse con te! E’ stato un momento dolcissimo! Abbiamo fatta insieme la tua prima merenda cantando il Pinguino blu che viene dal Perù…io letteralmente terrorizzata mentre mangiavi a pezzetti la frutta! Sei sempre stato un bimbo ingordo sulle cosine di tuo gusto! Tante conquiste, hai imparato a parlare, a condividere i tuoi giochi, a stare con gli “amici”, a rispettare le regole. Hai tolto il pannolino ed abbiamo regalato il ciuccio a Romeo. Non solo sapevo che ti lasciavo in ottime mani, ero serena e senza pensieri a saperti lì, ma ho avuto grande aiuto anche io nel gestire le tue fasi di crescita, i momenti no, i capricci. Sono diventata mamma ogni giorno un pochino di più! Un’esperienza di cui faremo per sempre tesoro!”

Bene, temerarie che siete arrivate fin qui, vi auguro un buon lunedì e una bellissima nuova settimana piena zeppa di tante belle sorprese :)


—————————————————————————————————————————————————————

Good morning and good start of the week!
Today schools are closed for weather warnings .. it's raining but not as I imagined ... at this point or the weather forecasts have not got us right or the worst is yet to come!
Pupetto at home with his mother, warm autumn style lights lit, cinnamon candle  and I try to work on the PC and today I will have another 50 pages to study! Oh yes I also resumed studying and this time the path will have its worthy conclusion!
Today I show you one of my latest works, I started a new album, an album that will gather all the good times of Andrea at school, between the nursery and the kindergarten. A Simple Stories album that I took a while ago on Scrapbookstore.eu I love it, with black and white stripes on the outside and with polka dots inside! American 6x8 format. To tell these stories I used the beautiful digital Yearbook, School Years, Back to school and Class in session by Paislee Press that you find in the The Lilypad shop. The original format of the photo templates is 8.5x11 inches but I converted it to 6x8 in order to adapt them to the album I was going to use! Who would have thought that I would have done an album on the "school" ... until recently I did not take into consideration materials related to this theme ... life is full of surprises not found?
I show you in detail the first pages that will be part of this album :)
The first page, the one that starts the album is printed on vellum, a beautiful American vellum a little more double than what I can find in stationery, the so-called mozzarella paper, or at least what I find is very soft. Second page a page "title" I thought to divide the stories and photos of the nursery school from the stories and photos that will follow for the maternal. Finally, the pages with photos and stories, I immortalized the very first day of Andrea's school that began August 29, 2016, a date that I will remember forever, just 18 months. I never imagined living such a strong experience, leaving a piece of you without you is indescribable. The nest has taught us to grow, to grow as a mother, to grow as a child, to grow as a father, from talking to relate to other children, to create a balance without dad and mom. Two magical years, full of unforgettable adventures, full of enormous stress and fatigue, the management of the whims, the conquest of the diaper ... Andrea was very good, the pacifier conquest ... here the Super pajamas were fundamental! Romeo took delivery of the pacifiers and gave Andrea a letter and a soft toy, the plush of Chase he is very fond of. About these photos and wow! How he grew up! Too fast I would say! I tell him "Andre I recommend you grow slowly!" And he answers me "ok mom. You will always be my girlfriend even when I will be "gande" "... how can I not love him madly this little boy's trick here!
I tell you here the first day of school .. I still remember the emotion mixed with anxiety, fear, a bit of doubts, feelings of guilt ... not real but leave a child with the baby in a place that does not know with people who he does not know he initially frightened me ... then I immediately realized that we had made the right choice for him and for us.
The journaling
“You were only 18 months old when you started going to the nest. I had a thousand doubts before starting. An experience that has marked you and us, you and me that in dealing with your growth path we have been fortunate to live wonderful experiences. I also made a nest at the venerable age of 37. It is an experience that not only affects children but also parents. I never imagined that it would take me so much, that it would excite me so much! The first day I remember you with this light blue ones that I have always adored, wandered barefoot in this fairytale world, colorful cushions, games, a wooden house with windows and porches, a huge kitchen, books, colors, flour! You, your pacifier and your cover, very faithful travel companion even today after two years. Regarding these photos and I say "wow how fast time passes and how you grew my baby!" You have slowly begun to become familiar with the environment, with the children, with the teachers and immediately one in particular has entered your heart! I still remember when in one of the first days you took her by the hand and although I did not speak you made her understand that you wanted to play with you! It was a sweet moment! We made your first snack together singing the blue penguin that comes from Peru ... I literally terrified while eating the fruit in small pieces! You've always been a greedy baby on the little things of your taste! So many achievements, you have learned to talk, to share your games, to stay with "friends", to respect the rules. You removed the diaper and we gave the pacifier to Romeo. Not only did I know that I left you in good hands, I was calm and thoughtless to know you there, but I also had great help in managing your growth phases, no moments, the whims. I became a mother every day a little bit more! An experience we will always treasure! "
Well you guys are great, you have arrived till here! Great! I want to wish you a beautiful week full of amazing little things and big surprises:)

Life is Magic - Fabric mini album my class on Big Picture Classes

Mini Albums, classes, ScrapbookingLoredana BucariaComment

Ciao! Grazie a tutte coloro che ieri mi hanno mandato messaggi, mi hanno scritto su FB ed inviato email, e lasciato commenti qui! Grazie di vero cuore! Condividere con voi quello che ho dentro mi ha fatto sentire sicuramente meglio! Grazie!

Oggi vi racconto la storia di un sogno diventato realtà!

Tutto è accaduto in un pomeriggio primaverile, classica giornata fra pioggia e sole, di quelle in cui non si capisce nulla, nel caos della mia routine apro la posta elettronica, mi accingo a leggere e rispondere alle email come di consueto e mi balza all’occhio un’email in particolare! Un’email dallo staff di Big Picture Classes, un colosso mondiale, il colosso delle classi online di scrapbooking e craft! Il mio cuore andava a mille, mi si è fermato il respiro per alcuni secondi e ho iniziato a leggere! Mi si chiedeva di realizzare una classe per loro! Panico allo stato puro!!! Che cavolo mi invento???? Lì ci sono insegnanti provenienti da tutto il mondo bravissime! Di nuovo panico ed ansia da prestazione! Mi pizzicavo le guance, ma credere nei propri sogni, avere stima di se stessi può portarci ovunque vogliamo! Ero e sono ancora oggi incredula ed al settimo cielo allo stesso tempo! Un sogno che diventa realtà! Ho immaginato quel momento per tanto tempo, ho immaginato e sognato e sperato di ricevere questa email per tanto tempo! Finalmente è arrivata! Gioia e felicità, sono al settimo cielo! La classe sta andando a gonfie vele e se decidete di iscrivervi potrete approfittare di due settimane di Free Trial in cui potrete accedere alla mia classe ed a tante altre!

Ecco a cosa ho lavorato per un bel pò di tempo! E’ stato un lavoretto abbastanza complicato, foto, process video, Andrea malato.. come al solito, lavoro, routine ma ce l’ho fatta, è venuto fuori un progetto che in tante state seguendo da svariate parti del mondo e per il quale mi state scrivendo! Grazie Grazie Grazie!

Sono felice, orgogliosa di questo progetto, bello sapere che c'è qualcuno che crede in me.
❤️❤️❤️
Le cose belle succedono:)

Che ne dite di un video tour di questo mini album? Ve lo racconto un pò! E’ un mini completamente costruito a mano dalla copertina alle pagine interne. La struttura è molto semplice, ad anelli per il suo interno!

Ho scoperto, grazie alle mie classi online, ai design team di cui faccio parte ecc, che amo la fase in cui progetto un mini album , un layout , una pocket page. Proprio mi piace pensare a come verrà fuori, mi piace la fase in cui prendo ispirazione e faccio schizzi come se fossi un pittore! Uso per questo lo Story Planner di Ali Edwards che ormai è diventato il mio fedelissimo amico! Ogni volta che ho un’idea vado subito ad appuntarla li! Mi piace scrivere cosa vorrei usare, mi piace disegnare degli sketch per le pagine che voglio inserire, cosa vorrei insegnare, quali materiali voglio sperimentare ed usare, ma soprattutto foto e storie! Un mini album è una parte di cuore, una parte di vita che prende forma grazie alle fotografie ed alle parole che le raccontano! Oggi mi chiedo come avrei vissuto la mia vita senza lo scrapbooking. Mah… sarebbe stata grigia e noiosa non trovate? :P

Dunque dicevo??? Ah sì, progetto il racconto, il mini, il layout, la storia che voglio scrappare e parto con la ricerca dei materiali che devono seguire un filo conduttore, magari per colore, per tema, per tipologia :) Quanto adoro abbellimenti e timbri non si può capire! Un progetto per me non è mai completo se non ho usato almeno qualche timbro e qualche piccolo dettaglio qua e là. Vi mostro qualche pagina perché ne sono troppo entusiasta!

L’elemento ricorrente è la stoffa e ciò che vi è correlato come i bottoni, i nastri, le nappine, la macchina da cucire. La stoffa ed i suoi diversi utilizzi, creando abbellimenti, la copertina del mini album stessa, un bordo!

Che ne dite? Mischiare elementi digitali e materiali consueti mi piace da matti e credo che il risultato finale sia apprezzabile. Guardo e riguardo questo mini album come una scema ma mi piace troppo! E’ come se rivivessi la vita che ho vissuto! La fotografia è un’arma potentissima!

Vi ho incuriosito abbastanza? Vi aspetto allora su Big Picture Classes, ricordate che avrete accesso ad un free trial di due settimane attraverso il quale potrete partecipare alla mia classe ed a tante altre ;)

Qui il video tour :)

Spero vi piaccia :) Io vi aspetto a braccia aperte su Big Picture e qui :)

—————————————————————————————————————————————————————

Hello! Thanks to all those who sent me messages yesterday, they wrote me on FB and sent emails! Thank you very much! Sharing made me feel better! Thank you!
Today I will tell you the story of a dream come true!
Everything happened on a spring afternoon, a classic day between rain and sun, of those where you do not understand anything, in the chaos of my routine I open the e-mail, I am going to read and reply to emails as usual and I jump to the eye an email in particular! An email from the staff of Big Picture Classes, a global colossus, the online classes giant for scrapbooking and craft! My heart was going to a thousand, I stopped breathing for a few seconds and I started reading! I was asked to create a class for them! Pure panic !!! What the hell I invent ???? There are very good teachers from all over the world! Again panic and performance anxiety! I pinched my cheeks, but believing in your dreams, having self esteem can take us wherever we want! I was and still am incredulous today and in seventh heaven at the same time! A dream that becomes reality! I imagined that moment for a long time, I imagined and dreamed and hoped to receive this email for a long time! Finally it has arrived! Joy and happiness, I'm in seventh heaven! The class is going well and if you decide to sign up you can take advantage of two weeks of Free Trial in which you can access my class and many others!
Here's what I worked for quite some time! It 'been a fairly complicated job, photos, video process, Andrea sick .. as usual, work, routine but I did it, came out a project that many are following from many parts of the world and for which you are writing to me! Thanks thanks thanks!
I am happy, proud of this project, nice to know that there is someone who believes in me. "Nice things happen :)
How about a video tour of this mini album? I'll tell you a little! It 'a mini completely built by hand from the cover to the inside pages. The structure is very simple, with rings for its interior!
I discovered, thanks to my online classes, the design teams I belong to, etc., that I love the phase in which I design a mini album, a layout, a pocket page. I really like to think about how it will come out, I like the phase in which I take inspiration and I make sketches as if I were a painter! I use Ali Edwards's Story Planner for this, which has now become my most loyal friend! Every time I have an idea I'll go and pin it there! I like to write what I would like to use, I like to draw sketches for the pages I want to insert, what I would like to teach, what materials I want to experiment and use, but above all photos and stories! A mini album is a part of the heart, a part of life that takes shape thanks to the photographs and the words that tell them! Today I wonder how I would have lived my life without scrapbooking. Well ... it would have been gray and boring, do not you find it? : P
So I said ??? Ah yes, I design the story, the mini, the layout, the story I want to scrappare and I start with the research of materials that must follow a common thread, perhaps by color, by theme, by type :) How much I adore embellishments and stamps can understand! A project for me is never complete if I have not used at least some timbre and some small details here and there. I show you a few pages because I'm too enthusiastic about it! Grab a cup of coffee and come with me in this project video tour:) 











Hello

LifeLoredana Bucaria10 Comments

Hello!

Come intitolare un post scritto dopo mesi? …. Ultimo aggiornamento in data 20 giugno e non è proprio ottimale per una “blogger”…. vi pare? Ma il ritmo frenetico del pre-ferie, della vita di tutti i giorni e di novità inaspettate alle volte fa prendere pieghe che non vorresti e purtroppo a qualcosa devi rinunciare….

Cosa scrivere soprattutto…. cosa raccontare! Ho sempre amato scrivere, passione ereditata dal mio nonno materno che era incredibilmente bravo… non a caso noi nipoti gli chiedevamo aiuto per i compiti di Italiano…. risultato eccellente garantito! :P

Il mio desiderio è quello di scrivere tanto, di farvi entrare nel mio mondo e di condividerlo con voi, cosa che mi è sempre piaciuta fare sin da quando aprii il mio primo blog su blogger, post che ancora oggi mi fanno morire dal ridere! Mi piacerebbe tanto tornare a scrivere ed essere attiva come allora qui, nel mio posticino del cuore, quello che mi fa sentire come a casa, dove scrivere mi permette di sentirmi bene , di liberarmi da pensieri negativi, preoccupazioni, ansie, mi permette di ricaricarmi. Scrivere alleggerisce l’anima, è un piacere a cui non rinuncerò così facilmente cara vita :P. Voglio condividere la mia enorme passione per lo scrapbooking, un mondo in cui io mi sento “giusta”, non so come spiegare la sensazione che ho, mi sento a mio completo agio, mi sento di essere io, no frustrazioni, no alle cose che non voglio fare, no alle cose che devo fare per forza, solo io, il mio cuore, la mia infinita passione per la fotografia, per le storie magnifiche della vita che ho la fortuna di vivere, i miei viaggi, le mie avventure, i miei casini, i miei alti e bassi. Non sono perfetta, non siamo perfetti, ma siamo unici così come siamo, certo possiamo sempre migliorare aspetti di noi stessi o della vita che ci circonda che non ci aggradano, ma la cosa importante è accettarsi, è volersi bene!

Cosa ho combinato negli ultimi mesi? Vacanze nel mio posticino del cuore con tutta la famiglia al seguito, fatta di piccole cose, di Andrea, di capricci, di litigi con Massimo, di quei famosi alti e bassi di cui vi parlavo su… di mare, di tramonti, di nuovi inizi e di percorsi giunti al termine, di riflessioni, di cambiamenti in arrivo. L’estate porta con se un momento di pausa e riflessione che è necessario! Avevo bisogno di silenzio, di staccare da tutto e tutti, di ascoltare me stessa.

La vita, purtroppo, non va sempre come vorremmo… la progettiamo e la immaginiamo in un certo modo ma alle volte non va come avremmo voluto. L’invidia non è un sentimento che fortunatamente mi appartiene ma nei momenti bui mi chiedo perché a me siano successe determinate cose e perché la vita di alcune persone, invece, appaia sempre così semplice e perfetta. Sempre tutto liscio! Entrambi i genitori, un lavoro che soddisfa, un marito attento ed affettuoso, una situazione economica agevole, salute, viaggi… è strano… non ho trovato risposte a queste mie domande, nel web e sui social non puoi scrivere tutto ciò che hai realmente dentro… orecchie indiscrete dietro le quinte… quello che so è che la vita non è solo bei sorrisi e belle esperienze, la vita è fatta di tanti casini, di tante difficoltà e .. beati coloro che non ne hanno, a cui fila tutto liscio sempre… personalmente non ho la fortuna di far parte di questa schiera e comunque sia mi ritengo estremamente fortunata sotto tanti tanti aspetti. Di che ti lamenti mi direbbero!!!! Ho una casa, un lavoro, un bimbo adorabile, una bella famiglia, tante persone che mi vogliono bene sul serio…E allora? Allora combatto per inseguire i miei sogni e ci credo più di qualsiasi cosa al mondo, e quando mi sento sola a crederci penso al mio papà che ci credeva quanto me, che credeva in me e lo faccio con tutta la forza che ho e anche di più se necessario, perché? Perché la vita è una ragazzi e bisogna viverla al massimo e abbiamo il dovere e non solo il diritto di essere felici ma per esserlo dobbiamo anche avere il coraggio di migliorarci, di cambiare ciò che non ci fa stare bene! Non si molla MAI! Spesso mi sento dire la frase” pensa a chi sta peggio”…. posso dirlo? Mi sono un pò rotta di paragonarmi a chi sta peggio!!!! Io non voglio paragonarmi a nessuno, voglio che la mia vita sia come la desidero io punto! E’ chiedere troppo? Con la malattia e la morte di mio padre, che ho affrontato a soli 26 anni, ho capito che la normalità è un’immensa fortuna, non desideravo altro che la “noiosa normalità” ma bisogna anche saper osare, bisogna credere in se stessi e non farsi sovrastare dalle difficoltà e dai problemi che la vita ci mette davanti. Bisogna sorridere e trovare in ogni giorno qualcosa per cui essere grati e felici! E’ questo che voglio che Andrea impari, i sogni si avverano se lavori duramente e ci credi fermamente! Non mollare mai! La vita è un dono meraviglioso e non va sprecata neanche per un secondo!

Quando si pensa ai guai, ai problemi, si pensa a quelli di salute, ed è scontato ed ovvio essere fortunati a non averne, li ho vissuti, ma in realtà i problemi che la vita si diverte a porti sono molteplici, un vero spasso affrontarli! Economici ad esempio, Massi ha problemi con il suo lavoro da mesi ormai, non sa mai se e quando il suo stipendio arriverà e vivere in questo modo vi assicuro che non è affatto cosa semplice! E’ un’ansia continua, anche comprare una maglietta di 20 euro diventa una decisione ardua… a quarant’ anni non mi aspettavo di certo questo! Io cerco disperatamente di distogliere me e lui da questo suo essere malessere, dalla paura di perdere il lavoro cercando di divertirci, di distrarci, di uscire ma alla fine risulto come quella che pensa solo a divertirsi…. Problemi di coppia, una coppia fatta di due persone molto diverse, opposte direi, ho sempre cercato di conciliare il mio mondo da sognatrice romantica con quello puramente realista del mio lui… dovuto alle sue esperienze di vita e familiari che non lo hanno di certo aiutato ad avere una visione della vita positiva, problemi gravi sia familiari che economici hanno fatto da cornice costantemente alla nostra storia. E’ stata un’avventura ardua, lui è un ragazzo che non teme il sacrificio, che si dà da fare, buono, disponibile, ma anche molto cocciuto, non ama mettersi in discussione, ha perso la voglia di divertirsi, di ridere, di giocare. Mi manca molto questo, mi manca una persona con cui parlare, mi manca una persona con cui ridere, con cui confrontarmi serenamente, una persona che mi sorprenda ma non con un diamante, piuttosto con un pezzo di carta igienica con su scritto “ ti amo”, mi mancano le nostre uscite, mi mancano i momenti solo nostri, mi manca la nostra coppia che funzionava alla grande! Certo sempre avuti problemi dovuti alle nostre differenze, “vivi in un mondo tutto tuo” mi ripete sempre! Mi mancano i suoi mega sorrisi e la sua risata folle! Quando si è ragazzi si ha un modo di affrontare la vita diverso… io ho cercato di non perderlo… ma ci sono momenti in cui io non riesco a ricordare come, se e quanto eravamo felici! Scrivere queste righe non è semplice, vi assicuro, recuperare una storia di 23 anni non è semplice, occorre tanta volontà, occorre un sentimento forte alla base di tutto, occorre saper distaccarsi da persone e cose e concentrarsi sulla coppia. La creatività rispecchia ciò che abbiamo dentro, gioia o dolore.

Pura e semplice insoddisfazione personale per un lavoro che DEVI FARE per “portare avanti la baracca”, un lavoro in cui riponevi grandi aspettative, in una grande azienda, entrata li a soli 19 anni, mi sono colpevolizzata per anni chiedendomi perché non venivo presa in considerazione, cosa non avevo io che gli altri invece avevano, un lavoro che sebbene io sia super fortunata ad avere… perché qui a travisare e strumentalizzare a proprio piacimento ciò che si scrive è un attimo …. un lavoro che mi ha dato tanto ma che mi ha anche tolto tantissimo! Un lavoro che mi ha dato enorme frustrazione ma anche la possibilità di viaggiare, di divertirmi, di studiare, di concentrarmi sul mio sogno! Non è semplice! Non so se conoscete il famoso manifesto di Holstee.com ma io l’ho fatto diventare un quadro di casa mia. Amo leggerlo e rileggerlo!

824639-holstee-manifesto-wallpaper-1700x2200-for-ios.jpg


Diciamo che sto attraversando un periodo di enorme riflessione, e per riflettere ho avuto bisogno di un netto distacco da tutto, non avevo voglia di scrivere, tutto qui.

Insomma come vedete non amo raccontare frottole, amo essere io, non sarei sincera se raccontassi che va sempre tutto bene! Si cade ma ci si rialza! Ed ora? Ed ora nel prossimo post vi mostro qualche nuovo lavoretto e poi tanto tanto altro! Ci sono delle grandi novità che ho da raccontarvi, siete pronte a leggerle? Vi abbraccio forte forte!

Buonissima giornata e non mollate MAI!

—————————————————————————————————————————————————————

Hello!
How to title a post written after months? .... Last update on 20th June and it is not really optimal for a "blogger" .... do you think so? But the frenetic pace of the pre-holidays, of everyday life and unexpected news sometimes makes you take folds that you would not want and unfortunately you have to give up something ....
What to write above all .... what to tell! I have always loved to write, passion inherited from my maternal grandfather who was incredibly good ... it is no coincidence that we  asked him for help with Italian homework .... excellent result guaranteed! : P
My desire is to write a lot, to let you enter into my world and share it with you, which I've always liked to do since I opened my first blog on blogger, post that still make me die laughing! I would love to go back to writing and be active as then here, in my niche of the heart, what makes me feel at home, where writing allows me to feel good, to get rid of negative thoughts, worries, anxieties, allows me to recharge . Writing lightens the soul, it is a pleasure to which I will not so easily give up my life: P. I want to share my huge passion for scrapbooking, a world where I feel "right", I do not know how to explain the feeling I have, I feel completely comfortable, I feel myself, no frustrations, no things that I do not want to do, no to the things that I have to do, just me, my heart, my infinite passion for photography, for the wonderful stories of life that I'm lucky to live, my travels, my adventures, the my messes, my ups and downs. They are not perfect, we are not perfect, but we are unique as we are, of course we can always improve aspects of ourselves or of the life around us that do not satisfy us, but the important thing is to accept, it is good to love!
What have I done in the last few months? Holidays in my niche of the heart with the whole family in tow, made of little things, of Andrea, of whims, of quarrels with Massimo, of those famous ups and downs of which I talked about ... sea, sunsets, new beginnings and of paths that have come to an end, of reflections, of incoming changes. Summer brings with it a moment of pause and reflection that is necessary! I needed silence, to get away from everything and everyone, to listen to myself.
Unfortunately, life does not always go as we would like ... we design it and imagine it in a certain way, but sometimes it does not work out as we would have liked. Envy is not a feeling that fortunately belongs to me but in the dark moments I wonder why certain things happened to me and why the life of some people, however, always seems so simple and perfect. Always everything smooth! Both parents, a job that satisfies, a caring and affectionate husband, an easy economic situation, health, travel ... it's strange ... I have not found answers to these questions, on the web and on social you can not write everything you really have inside ... indiscreet ears behind the scenes ... what I know is that life is not just beautiful smiles and beautiful experiences, life is made of many messes, of many difficulties and .. lucky those who have none, to which everything is always smooth ... personally I'm not lucky enough to be part of this group and anyway I think I'm extremely lucky in so many ways. What complaints you would say to me !!!! I have a home, a job, a lovely child, a nice family, a lot of people who love me seriously ... So what? So I fight to chase my dreams and I believe more than anything in the world, and when I feel lonely to believe it I think of my dad who believed me as much as me, who believed in me and I do it with all the strength I have and even to more if necessary, why? Because life is a boy and you have to live it to the full and we have the duty and not just the right to be happy but to be so we must also have the courage to improve ourselves, to change what does not make us feel good! Never spring! I often hear the phrase "think of those who are worse" .... can i say? I'm a bit broken to compare myself to those who are worse !! I do not want to compare myself to anyone, I want my life to be as I wish it! Is it asking too much? With the illness and death of my father, who I faced only 26 years old, I realized that normalcy is a huge fortune, I wanted nothing more than the "boring normality" but we must also be able to dare, we must believe in ourselves and do not be overwhelmed by the difficulties and problems that life puts before us. You have to smile and find something every day to be grateful and happy for! This is what I want Andrea to learn, dreams come true if you work hard and believe in it! Never give up! Life is a wonderful gift and should not be wasted even for a second!
When one thinks of trouble, problems, one thinks of health, and it is obvious and obvious to be lucky not to have them,i have lived, but in reality the problems that life has fun in ports are many, a real fun to face them! For example, Massi has problems with his work for months now, he never knows if and when his salary will come and live in this way I assure you that it is not at all simple! It's a constant anxiety, even buying a 20 euro shirt becomes a difficult decision ... at forty 'years I certainly did not expect this! I try desperately to divert him and me from this being sick, from the fear of losing my job trying to have fun, to distract us, to go out but in the end I feel like the one who only thinks about having fun .... Couple problems, a couple made of two very different people, opposite I would say, I have always tried to reconcile my romantic dreaming world with the purely realist one of my he ... due to his life experiences and family members who certainly did not help him to have a positive view of life, serious problems both family and economic have always been the backdrop to our history. It was an arduous adventure, he is a boy who does not fear the sacrifice, who is busy, good, available, but also very stubborn, does not like to question himself, has lost the desire to have fun, to laugh, to to play. I miss this a lot, I miss a person to talk to, I miss a person with whom to laugh, with whom I can serenely confront, a person who surprises me but not with a diamond, rather with a piece of toilet paper that says "I love you" ", I miss our exits, I miss the moments only ours, I miss our couple that worked great! Of course we always had problems due to our differences, "live in a world of your own" always repeats me! I miss his mega smiles and his crazy laugh! When you are boys you have a way of facing different life ... I tried not to lose it ... but there are times when I can not remember how, if and how happy we were! Writing these lines is not easy, I assure you, recovering a story of 23 years is not easy, you need a lot of will, you need a strong feeling at the base of everything, you need to be detached from people and things and focus on the couple. Creativity reflects what we have inside, joy or pain.
Pure and simple personal dissatisfaction for a job that you MUST DO to "carry on the shack", a job in which you put great expectations, in a big company, entered there at only 19 years, I was guilty for years wondering why I was not taken in consideration, what I did not have that others had, a work that although I am super lucky to have ... because here to misrepresent and exploit to your liking what you write is a moment .... a job that gave me so much but that also took me so much! A job that has given me enormous frustration but also the opportunity to travel, to have fun, to study, to focus on my dream! It is not easy! I do not know if you know the famous poster of Holstee.com but I made it into a painting of my house. I love reading it and reread it!
Let's say that I'm going through a period of enormous reflection, and to reflect, I needed a clear separation from everything, I did not want to write, that's all.
So as you see I do not like to tell lies, I love being me, I would not be honest if I told you that everything is always good! You fall but get up! And now? And now in the next post I show you some new work and then much more! There are some big news that I have to tell you, are you ready to read them? I hug you loudly!
Very good day and do not give up EVER!